Iscriviti alla newsletter
Seguici su Twitter
Privacy and cookies
Fondato nel 2014
Giovedì 29 Giugno 2017

Ultima’ora

La previdenza complementare nel 2016

di la redazione
12/06/2017

La Covip ha pubblicato la propria Relazione annuale che ritrae il nostro sistema di previdenza complementare. Quali sono le principali evidenze? Alla fine del 2016, le forme pensionistiche complementari sono 452, 36 fondi negoziali, 43 aperti, 78 piani individuali pensionistici (PIP), 294 preesistenti e FONDINPS.

Rispetto al 2015 il numero si è ridotto di 17 unità (10 fondi preesistenti e 7 fondi aperti). I fondi pensione con più di 100.000 iscritti sono 15, oltre la metà ha meno di 1.000 iscritti; di questi, il 90% è costituito da fondi pensione preesistenti. Alla fine del 2016, il totale degli iscritti alla previdenza complementare è pari a circa 7,8 milioni.

Le adesioni sono cresciute del 7,6%. Rispetto all’anno precedente, gli iscritti ai fondi negoziali sono aumentati del 7,4%. Anche al netto delle adesioni contrattuali, l’incremento risulta positivo per la prima volta dal 2008.

Nei fondi pensione aperti l’aumento è stato del 9,5%, il più elevato degli ultimi anni, mentre i PIP “nuovi” hanno registrato una crescita del 10,3%; includendo anche i vecchi PIP, il segmento dei prodotti assicurativi raggiunge il 42% degli iscritti complessivi. Gli iscritti ai PIP “nuovi” sono quasi 2,9 milioni, (a cui si aggiungono 430 mila dei “vecchi” PIP); ai fondi negoziali sono 2,6 milioni, 1,3 milioni quelli ai fondi aperti e 650.000 ai fondi preesistenti. In riferimento alla condizione professionale, aderiscono alla previdenza complementare 5,8 milioni di lavoratori dipendenti, di cui 200 mila del settore pubblico, e 2 milioni di lavoratori autonomi.

Il tasso di adesione permane sensibilmente più basso tra le donne e i giovani, al Sud e nelle Isole. Grazie al nuovo sistema delle segnalazioni elaborato dalla Covip, per la prima volta è stato possibile quantificare puntualmente le duplicazioni delle posizioni, ovvero i soggetti che aderiscono contemporaneamente a più di una forma pensionistica. I casi di adesione multipla sono circa 620.000. Ne consegue che, alla fine del 2016 gli iscritti effettivi al sistema della previdenza complementare sono stimabili in circa 7,2 milioni, vale a dire il 27,8% delle forze di lavoro.


Articoli correlati

I più letti...
Finanza e mercati
FTSE 100
7443.70
+55.90
Nikkei 225
20220.30
+89.89
S&P 500
2440.69
+21.31
Crude Oil
N/A
N/A

Previnet Europa Italia