Iscriviti alla newsletter
Seguici su Twitter
Privacy and cookies
Fondato nel 2014
Lunedì 23 Ottobre 2017

Ultima’ora

Come si sta muovendo l’offerta assicurativa verso una previdenza complementare più flessibile

di la redazione
12/09/2017

L’evoluzione del mercato del lavoro guarda con sempre maggiore attenzione a un rafforzamento del ruolo degli strumenti di flessibilità in uscita ai fini pensionistici quale ammortizzatore sociale. E’ la considerazione espressa dall’Ivass nel proprio Report sull’Analisi del trend dell’offerta dei prodotti assicurativi.

Oltre all’APE, Anticipo Pensionistico sottolinea l’Autorità di Vigilanza, la Legge di Stabilità 20173 ha aggiunto anche la “RITA” - Rendita integrativa temporanea anticipata. Va anche ricordato come la Legge concorrenza approvata ad inizio agosto contenga alcune significative previsioni in ambito sia di flessibilità in uscita che di flessibilità in entrata (utilizzo pro quota del tfr se previsto dagli accordi collettivi).

Per quanto riguarda l’APE, lo strumento si presenta come un’operazione finanziaria consistente in un prestito, coperto da una polizza assicurativa obbligatoria per il rischio di premorienza, corrisposto a quote mensili per 12 mensilità (esenti fiscalmente), a un soggetto in possesso di specifici requisiti, da restituire a partire dalla maturazione del diritto alla pensione di vecchiaia con rate di ammortamento mensili.

RITA è una rendita che decorre dall'accettazione della richiesta fino al conseguimento dei requisiti pensionistici obbligatori. L’erogazione si presenta come una sorta di «riscatto in forma frazionata» la cui entità viene individuata liberamente dal lavoratore con l'obiettivo di calibrare la propria flessibilità in uscita. Potranno accedervi i lavoratori inattivi in possesso dei requisiti e della specifica certificazione Inps. Alla luce di queste nuove previsioni normative alcune compagnie di assicurazione si stanno affacciando sul mercato con polizze riconducibili alle forme RITA. Sono 3 le imprese che hanno comunicato a IVASS nuovi prodotti che si inseriscono in questo specifico settore, ricorrendo ai PIP.


Articoli correlati

I più letti...
Finanza e mercati
FTSE 100
7524.45
+1.22
Nikkei 225
21696.65
+239.01
S&P 500
2570.61
-4.60
Crude Oil
N/A
N/A

Previnet Europa Italia