Iscriviti alla newsletter
Seguici su Twitter
Privacy and cookies
Fondato nel 2014
Giovedì 19 Aprile 2018

Ultima’ora

Come chiedere l’Ape volontaria

di la redazione
03/01/2018

A partire da gennaio dovrebbe partire concretamente l’Ape volontaria dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DPCM e la stipula delle convenzioni tra i Ministeri del Lavoro e dell’Economia , Abi e Ania con la individuazione del tasso di interesse e del premio assicurativo per la copertura contro il rischio premorienza.

Il “costo” dell’Anticipo finanziario a garanzia pensionistica si posiziona al 2,75 per cento in fase di erogazione e al 2,85 per cento in fase di ammortamento. Come richiedere il nuovo strumento di “libero arbitrio” previdenziale ? Il primo passaggio è costituito dalla presentazione della domanda di certificazione all’Inps del diritto all’Ape.

Il lavoratore potrà inoltrare la propria richiesta o direttamente o tramite un intermediario autorizzato al quale l’interessato abbia rilasciato formale delega. Ottenuta la certificazione il lavoratore potrà inoltrare all’Inps la domanda per accesso all’Ape volontaria, direttamente o tramite un intermediario attraverso l'uso dell' identita' digitale SPID di secondo livello.

Contestualmente va anche presentata domanda di pensione di vecchiaia da liquidare al raggiungimento dei requisiti di legge. Entrambe le domande non sono revocabili. Nella domanda il soggetto richiedente indica il finanziatore cui richiedere il prestito previdenziale nonche' l'impresa assicurativa alla quale richiedere la copertura del rischio di premorienza, finanziatore e assicurazione che devono essere scelti tra quelli che aderiscono agli Accordi-quadro tra il Mef . il Min Lavoro , Abi e l’Ania. Viene poi presentata istanza di accesso al fondo di garanzia (la dotazione iniziale pari a 70 milioni di euro per l'anno 2017).. Le informazioni precontrattuali e contrattuali previste ai sensi di legge sono fornite, in formato elettronico e su supporto durevole, al soggetto richiedente dall'Inps, per conto del finanziatore e dell'impresa assicurativa; il finanziatore e l'impresa assicurativa forniscono all' Ente previdenziale, in tempo utile, la documentazione necessaria.

L'erogazione del prestito ha inizio entro 30 giorni lavorativi dalla data del perfezionamento. Va ricordato come le somme erogate in quote mensili non concorrono a formare il reddito ai fini Irpef. L'Inps trattiene a partire dalla prima pensione mensile l'importo della rata per il rimborso del finanziamento e lo riversa al finanziatore tempestivamente


Articoli correlati

I più letti...
Finanza e mercati
FTSE
7,328.92
+11.58
S&P 500
2,693.13
-15.51
Nikkei 225
22,191.18
+32.98

Previnet Europa Italia